Radicalismo islamico

14,00 €
11,90 €
You save:
2,10 €
In Stock
figura emblematica della fase del Radicalismo è l’intellettuale egiziano Sayyid Qutb. Il diario, tradotto integralmente e per la prima volta in una lingua occidentale, commentato e contestualizzato da Tacchini, costituisce un tassello di particolare importanza nella conoscenza, sempre più urgente, del pensiero fondamentalista islamico.
 Torna a: Politica / Società

Radicalismo islamico

di Davide Tacchini

con il diario del soggiorno americano di Sayyid Qutb

pagine 164

 

Dall’analisi della storia musulmana e dei suoi rapporti con l’Occidente negli ultimi due secoli, Davide Tacchini descrive come, a seguito della traumatica campagna di Napoleone in Egitto, si siano sviluppati quei movimenti di Risveglio, Riformismo e Radicalismo che hanno portato l’Islam alla presa di coscienza della propria arretratezza e al rifiuto del colonialismo occidentale.

Figura emblematica della fase del Radicalismo è l’intellettuale egiziano Sayyid Qutb. Giovane funzionario inviato in America nel 1948 per studiare la pedagogia moderna, Qutb rimane sconvolto dall’impatto con la società statunitense e raccoglie in un diario le sue riflessioni sui comportamenti e sulle concezioni degli americani riguardo a famiglia, sessualità, pratiche religiose. Nasce così L’America che ho visto, lo scritto sul quale il mondo islamico ha costruito il proprio immaginario dell’Occidente, e che segna la svolta radicale di Qutb. Rientrato in Egitto, egli ipotizza il ritorno al “puro” Islam delle origini, sia come via per risolvere i problemi del mondo musulmano sia come salvezza dalla barbarie per l’umanità, e diviene il punto di riferimento dei Fratelli Musulmani.

Il diario, tradotto integralmente e per la prima volta in una lingua occidentale, commentato e contestualizzato da Tacchini, costituisce un tassello di particolare importanza nella conoscenza, sempre più urgente, del pensiero fondamentalista islamico.

 

AUTORE

Davide Tacchini Dottore di ricerca in Scienze religiose presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano, è Cultore della materia in Lingua e Letteratura araba e Islamistica presso la medesima università. Membro del comitato scientifico del Centro interuniversitario Culture, Diritti e Religioni – Fidr e responsabile per l’Italia e lo Stato pontificio del progetto “Christian-Muslim Relations, a Bibliographical History” dell’Università di Birmingham, U. K. È autore di numerose pubblicazioni sui rapporti fra l’Islam e il cristianesimo, sul radicalismo islamico e sull’Islam in Occidente, fra cui ricordiamo Islam e Integrazione in Italia (con A. Angelucci e M. Bombardieri, 2014).

 

Recensioni

Giovedì, 11 Giugno 2015

come il radicalismo islamico vede l'Occidente

interessante e utile per comprendere le radici del fondamentalismo

(R)