L'isola (dagli 11 anni)

    1 Recensioni
    Prezzo Base con IVA: 16,50 €
    Prezzo scontato: 14,03 €
    Prezzo di vendita: 14,03 €
    Prezzo di vendita IVA esclusa: 14,03 €
    Sconto: 2,47 €
    Prezzo di vendita: 14,03 €
    16,50 €
    (Sconto: -14.97%)
    Prodotto disponibile
    Un uomo sulla spiaggia di un'isola. Solo, sfinito, nudo. Anche così però, incute paura agli abitanti. Tuttavia lo raccolgono, lo chiudono in un vecchio ovile abbandonato, e tornano alla vita di tutti i giorni. Ma l'uomo ha fame, chiede cibo. Ormai la paura serpeggia. Lo straniero genera inquietudine. E così gli abitanti decidono di sbarazzarsene. E di costruire un grande muro tutt'intorno all'isola per impedire che mai più uno straniero vi metta piede.
    ANTEPRIMA Download:
    l_isolalibrosmall.pdf l_isolalibrosmall.pdf
    Filename: l_isolalibrosmall.pdf
    MIME-Type: application/pdf
    File size: 773337 Bytes

    PrezzoNessun costo aggiuntivo
    Potete scaricare l'anteprima cliccando sulla freccia
    Torna a: Narrativa (ragazzi)

    L'isola

    - Una storia di tutti i giorni

    di Armin Greder 

     traduzione di Alessandro Baricco 

    pagine 32, cm. 22 x 31,5 

    (dagli 11 anni in su)

     

    Un uomo sulla spiaggia di un'isola. Solo, sfinito, nudo. Anche così però, incute paura agli abitanti. Tuttavia lo raccolgono, lo chiudono in un vecchio ovile abbandonato, e tornano alla vita di tutti i giorni. Ma l'uomo ha fame, chiede cibo. Ormai la paura serpeggia. Lo straniero genera inquietudine. E così gli abitanti decidono di sbarazzarsene. E di costruire un grande muro tutt'intorno all'isola per impedire che mai più uno straniero vi metta piede.

    "L'isola" è un grido forte, acuto contro l'intolleranza. Una parabola sullo scandalo quotidiano dell'indifferenza. Una picconata contro il muro dell'insensibilità e del più ottuso degli egoismi. Un libro per tutti coloro che ai muri preferiscono i ponti.

     

    Autore

    Armin Greder “Sono nato nel 1942 in Svizzera, in una piccola città in cui i nomi delle strade sono scritti in tedesco e in francese, e dove non sai quale delle due lingue usare per rivolgerti a chi sta dietro al bancone del negozio. A scuola la mia materia preferita era educazione artistica, fino a quando non hanno cominciato a dirmi come dovevo disegnare. Al secondo posto c’era ginnastica, perché eri autorizzato a gridare giocando a pallone. A scuola nessuno mi ha insegnato a scrivere, ma solo come detestare la grammatica. E la poesia era qualcosa quasi senza senso, di solito era lunga e da imparare a memoria. Solo più tardi, quando ho disimparato abbastanza, ho capito che la lingua non è il suono che fai quando parli, ma qualcosa che rende tangibili i tuoi pensieri. Qualcuno scrive pensando ai lettori che immagina leggeranno il suo libro. Io preferisco scrivere pensando alla storia che deve essere raccontata. A chi si rivolga il libro e a quale fascia d’età è destinato, lascio che lo decida l’editore, e, soprattutto, i lettori. Forse questo è il motivo per cui mi ritrovo a illustrare più libri scritti da altri che non da me. Preferisco lavorare di giorno. La luce è migliore. Se ci fossero eroi fra gli artisti, per me sarebbero Goya, Käthe Kollwitz e Honoré Daumier. Ci sono forse una dozzina di autori da cui continuo a tornare. Fra loro ci sono Johann Wolfgang Goethe per il modo in cui gioca con la lingua, Eduardo Galeano per il modo in cui riesce a correggere la storia, e Nicolas Bouvier per i suoi viaggi e per il modo in cui riesce a scriverne. Sono contro la monocultura. Nelle piante genera infestazioni di insetti, nelle persone genera ignoranza. Quanto più sventolano le bandiere, tanto più temo il patriottismo, perché non è troppo lontano dal nazionalismo. Non ho né un cane, né un gatto. Non ci sono topolini nella mia casa e sono convinto che il miglior amico dell’uomo non sia un cane ma un altro essere umano. Non fumo e preferisco le verdure alla carne, e il vino bianco al rosso.” Armin Greder è fumettista, graphic designer e illustratore. È emigrato in Australia nel 1971, dove ha insegnato design e illustrazione al Queensland College of Art. Al suo lavoro sono state dedicate numerose mostre personali e collettive dalla Germania fino al Giappone. Nel 1996, ha ricevuto il Bologna Ragazzi Award e l’ IBBY Honour List con “The Great Bear” di Libby Gleeson (Scholastic Press). Con Libby Gleeson ha pubblicato anche: “Big dog” (1991), “Sleep time” (1993), “The princess and the perfect dish” (1995) e “An ordinary day” (2001). “Thie Insel” (“L’isola” orecchio acerbo, 2008) pubblicato da Sauerlander nel 2002, è il libro di cui per la prima volta è anche autore dei testi. È tradotto in moltissime lingue e ha ricevuto premi in tutto il mondo, fra cui il Goldener Apfel/Golden alla Biennale di Illustrazione di Bratislava del 2003. “La città” (orecchio acerbo, 2009), uscito in anteprima internazionale in Italia, è il suo secondo libro come autore unico. 

     

    Traduzione

    Alessandro Baricco Scrittore tra i più conosciuti e amati dai lettori di narrativa in Italia, Baricco è nato a Torino nel 1958. Ha esordito come critico musicale della "Repubblica" e poi come editorialista culturale della "Stampa". Ha esordito in TV nel 1993 come conduttore di "L'amore è un dardo", una fortunata trasmissione di Raitre dedicata alla lirica. Ha poi condotto nel 1994 un programma dedicato alla letteratura intitolato "Pickwick, del leggere e dello scrivere", affiancato dalla giornalista Giovanna Zucconi. Da maggio del 2006 sta scrivendo su “La Repubblica” un romanzo - saggio a puntate, “I barbari”, su quella che lui definisce la 'mutazione' in atto nella civiltà postmoderna. Fra i suoi numerosi libri, ricordiamo, “Questa storia” (Fandango, 2005 e Feltrinelli, 2006) e “Castelli di rabbia” (1991), “Oceano mare” (1993), “Seta” (1996), “City” (1999), “Senza sangue” (2002), tutti editi da Rizzoli. 

     

    BROSSURA


    NUOVO


    Giovedì, 02 Giugno 2016

    l'intolleranza raccontata con maestria

    (R)

    Rimani in contatto!

    Seguici anche sui social network, interagisci e passaparola!

             

     

     LibrieLetture.com - Sede legale: Via Pisanello 21 - 20146 Milano Fax:(+39) 02.36516387 P.Iva 08638850969
     
    _______________________________________________________________________________________________
    Talune foto presenti sul sito sono state prese da Internet, e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non avranno che da segnalarcelo img@librieletture.com e provvederemo prontamente alla rimozione.
    Top