Lode a Mishima e a Majakovskij

9,00 €
7,65 €
You save:
1,35 €
In Stock
Un libro che non vuole esibire delle semplici biografie, piuttosto utilizzare gli spunti ricevuti dalle letture delle opere di questi due autori, così lontani e vicini al contempo, estremamente controversi e affascinanti a loro modo, per analizzare in maniera critica, tramite la letteratura, il rapporto tra individuo e società, la frizione del singolo nei confronti del conformismo e dell’emancipazione, la solitudine e la fierezza, la ferocia della vita e della morte.
 Torna a: Romanzi - Narrativa

Lode a Mishima e a Majakovskij

di Valerio Carbone, Franco Carlini

Pagine: 112

(genere: scrittura sperimentale) 

 

Nessun tecnicismo sui personaggi storici di Yukio Mishima e Vladimir Majakovskij, semplicemente quattro racconti.

Un libro che non vuole esibire delle semplici biografie, piuttosto utilizzare gli spunti ricevuti dalle letture delle opere di questi due autori, così lontani e vicini al contempo, estremamente controversi e affascinanti a loro modo, per analizzare in maniera critica, tramite la letteratura, il rapporto tra individuo e società, la frizione del singolo nei confronti del conformismo e dell’emancipazione, la solitudine e la fierezza, la ferocia della vita e della morte.

 

Autori

Valerio Carbone, laureato in Filosofia, collabora attualmente con l'Università degli Studi di Roma Tre e con la rivista d'approfondimento filosofico Consecutiotemporum. Pubblica nel 2010 il racconto La confusione chiara (2010) e nel 2012 produce in collaborazione con la SoundMakers di Roma e la SubTerra di Viterbo il disco di canzoni inedite Wittgenstein-Haus.

Flavio Carlini è scrittore, reporter e video-maker. Laureato in Filosofia presso l’Università degli Studi di Roma Tor Vergata con una tesi sui crimini di guerra del Novecento, nel 2008 ha pubblicato il romanzo Le cronache del Quartiere (Aletti) e nel 2009 il romanzo Downtown (Casini Editore). Per Edizioni Haiku ha anche pubblicato La corte dei miracoli (2010). 

Recensioni

Sabato, 18 Aprile 2015

da leggere e rileggere

bello

(R)