Alla tavola di Monet

15,00 €
12,75 €
You save:
2,25 €
In Stock
I suoi amici raccontano che Monet, pur rimanendo un raffinato buongustaio, era anche un‘ottima forchetta. Questo prezioso ricettario di famiglia, scritto di pugno dal Maestro del Colore, rappresenta una raccolta varia e giudiziosa al servizio di una cucina semplice, borghese e saporita. Vi si scoprono curiosità uniche sulle preferenze e le piccole manie culinarie di Monet: per i suoi numerosi invitati - Clemenceau, Renoir, Pissarro, Durand-Ruel - e naturalmente per i suoi familiari,
Autore
Claire Joyces
 Torna a: Parole in pentola

Alla tavola di Monet

- L'autentico ricettario di famiglia del Maestro di Giverny

AutoreCLAIRE JOYCES

Pagine172

Formato11,5X22 CM

 

I suoi amici raccontano che Monet, pur rimanendo un raffinato buongustaio, era anche un‘ottima forchetta.

Questo prezioso ricettario di famiglia, scritto di pugno dal Maestro del Colore, rappresenta una raccolta varia e giudiziosa al servizio di una cucina semplice, borghese e saporita. Vi si scoprono curiosità uniche sulle preferenze e le piccole manie culinarie di Monet: per i suoi numerosi invitati - Clemenceau, Renoir, Pissarro, Durand-Ruel - e naturalmente per i suoi familiari, tagliava lui stesso a tavola la selvaggina, gli arrosti e il pollame; l‘unico fois-gras che apprezzava era quello alsaziano e quanto ai tartufi preferiva quelli del Périgord. Adorava il pesce, soprattutto i lucci delle sue peschiere, e il cavolo rosso per il quale andava pazzo.

Possedeva un orto molto curato e aveva una vera passione per le erbe e le piante aromatiche, gli ortaggi del Midi della Francia e i funghi prataioli che faceva raccogliere, con delicatezza, all‘alba. Per la fantasia e la bontà delle ricette, questo prezioso quaderno testimonia l‘autentico passato di "gran goloso" di un uomo che riusciva a essere un grande artista anche nel vivere quotidiano.

 

Autore

Claire Joyces ha già scritto diverse opere su Claude Monet. Avvalendosi degli archivi e dei suggerimenti di Jean-Marie Toulgouat, pronipote della sua seconda moglie, ripercorre qui con vivacità e passione il “quotidiano gastronomico” della famiglia Monet.

 

brossura
lIbro nuovo

Recensioni

Sabato, 28 Marzo 2015

per gourmet pittori, o semplici estimatori

(R)