I terroni in città

15,00 €
12,75 €
You save:
2,25 €
In Stock
«Leggere oggi ''I terroni in città'' riesce perfino a renderci nostalgici di una serietà che era di tanti, anche se operanti su fronti opposti, riguardo a fenomeni economici e sociali decisivi per il destino della nazione. Con la sua limpida scrittura, la sua arte della citazione, la coerenza delle sue posizioni, la sua capacità di documentare argomentare convincere, il saggio di Francesco Compagna ci restituisce l’immagine di un tempo migliore, che era per il nostro sciocco paese, un tempo migliore perché di lotta e di speranza.» GOFFREDO FOFI
Autore
Francesco Compagna
 Torna a: Politica / Società

I terroni in città

di Francesco Compagna

pag 368

 

«C'è davvero qualcosa di curioso in questo ''I terroni in città'' di Francesco Compagna, dal titolo al tempo stesso secco e accattivante. Ed è che poi, in tutto quanto il volume, quel termine “terroni” non compare proprio mai. Non so se il titolo sia stato scelto dallo stesso autore o dettato da ragioni editoriali. Di certo è che si tratta comunque di un titolo che, ove non letto nella sua pienezza, può suonare tanto efficace e catturante, quanto restrittivo e depistante, quando invece davvero può ben darsi come pienamente esaustivo delle problematiche di fondo affrontate.» ERMANNO PACCAGNINI

«Leggere oggi ''I terroni in città'' riesce perfino a renderci nostalgici di una serietà che era di tanti, anche se operanti su fronti opposti, riguardo a fenomeni economici e sociali decisivi per il destino della nazione. Con la sua limpida scrittura, la sua arte della citazione, la coerenza delle sue posizioni, la sua capacità di documentare argomentare convincere, il saggio di Francesco Compagna ci restituisce l’immagine di un tempo migliore, che era per il nostro sciocco paese, un tempo migliore perché di lotta e di speranza.» GOFFREDO FOFI

 

Autore

Francesco Compagna (Napoli 1921- Capri 1982), scrittore, collaboratore di numerose testate («Mondo», «Il Mulino», «Nuova Antologia», «La Stampa», «Il Giorno», «Il Tempo») e professore universitario di geografia politica ed economica. Nel 1954 fonda, insieme a Renato Giordano e Vittorio De Caprariis, la rivista «Nord e Sud», che diviene presto uno dei più importanti punti di riferimento della cultura laica dell’Italia repubblicana. Tra i suoi numerosi volumi ricordiamo: ''La lotta politica in Italia nel secondo dopoguerra e il Mezzogiorno'' (1950); ''Labirinto meridionale'' (cultura e politica nel Mezzogiorno) (1955); ''L’Europa delle regioni'' (1964); ''La questione meridionale. Il problema delle due Italie'' (1965); ''La politica della città'' (1967); ''Meridionalismo liberale'' (1975). Di «Nord e Sud» esiste un volume di indici dal titolo “Nord e Sud” quasi trent’anni (1985) contenente anche alcuni articoli della rivista particolarmente significativi.

brossura
lIbro nuovo

Recensioni

Sabato, 18 Aprile 2015

bellissimo
l'Italia di ieri che non passa o forse sì

(R)