Pasolini - Saggi sulla politica e sulla società

65,00 €
55,25 €
You save:
9,75 €
In Stock
Il volume è ricchissimo di sorprese per chi del Pasolini polemista ha in mente solo gli interventi (sul divorzio, l’aborto, il processo alla dc) raccolti negli Scritti corsari e nelle Lettere luterane. vi si trovano infatti anche saggi militanti, che permettono di seguire il percorso politico di Pasolini dal giovanile interesse per l’autonomismo friulano fino al contrastato rapporto col pci, sempre da «battitore libero» o compagno di strada. Molto interessante è anche il Pasolini antropologo e sociologo, da sempre attento alle trasformazioni della società di massa. Tra gli inediti si segnalano un durissimo saggio del 1966 «contro la televisione» e un lungo diario, misto di versi e di prosa, sui giorni del «caso Lavorini», con intelligenti e anticonformistiche riflessioni sul problema del- la pedofilia. Oltre ai saggi e agli interventi sparsi su giornali e riviste, sono qui presen- tate una scelta ampia dei suoi «dialoghi con i lettori» e una serie di interviste pensate da Pasolini come un vero e proprio genere letterario.
Autore
Pier Paolo Pasolini
 Torna a: Politica / Società

Pasolini 

- Saggi sulla politica e sulla società

a cura di Walter Siti e Silvia De Laude, con un saggio di Piergiorgio Bellocchio Cronologia a cura di Nico Naldini

pagine 2024

 

Il volume è ricchissimo di sorprese per chi del Pasolini polemista ha in mente solo gli interventi (sul divorzio, l’aborto, il processo alla dc) raccolti negli Scritti corsari e nelle Lettere luterane. vi si trovano infatti anche saggi militanti, che permettono di seguire il percorso politico di Pasolini dal giovanile interesse per l’autonomismo friulano fino al contrastato rapporto col pci, sempre da «battitore libero» o compagno di strada. Molto interessante è anche il Pasolini antropologo e sociologo, da sempre attento alle trasformazioni della società di massa. Tra gli inediti si segnalano un durissimo saggio del 1966 «contro la televisione» e un lungo diario, misto di versi e di prosa, sui giorni del «caso Lavorini», con intelligenti e anticonformistiche riflessioni sul problema del- la pedofilia. Oltre ai saggi e agli interventi sparsi su giornali e riviste, sono qui presen- tate una scelta ampia dei suoi «dialoghi con i lettori» e una serie di interviste pensate da Pasolini come un vero e proprio genere letterario.

 

Contenuti del volume:

«Disperatamente italiano». Cronologia. Nota all’edizione. Saggi sparsi [1942-1973]. Scritti corsari [1973-1975]. lettere luterane [1975]. Dichiarazioni, inchieste, dibattiti [1959-1975]. Dialoghi con i lettori [1960-1970]. Pasolini su Pasolini. conversazioni con Jon Halliday [1968-1971]. il sogno del centauro. incontri con Jean Duflot [1969- 1975]. altre interviste [1958-1975]. Note e notizie sui testi. Bibliografia. Indice dei nomi. 1999, 6a edizione 2012, pp. CxIv-1910

 

Autore

Pier Paolo Pasolini (Bologna, 5 marzo 1922 – Roma, 2 novembre 1975) è stato un poeta, scrittore, regista, sceneggiatore, drammaturgo ed editorialista italiano. È considerato uno dei maggiori artisti e intellettuali italiani del XX secolo. Dotato di un'eccezionale versatilità culturale, si distinse in numerosi campi, lasciando contributi come poeta, romanziere, drammaturgo, linguista, saggista e cineasta. Attento osservatore della trasformazione della società dal secondo dopoguerra sino alla metà degli anni settanta, suscitò spesso forti polemiche e accesi dibattiti per la radicalità dei suoi giudizi, assai critici nei riguardi delle abitudini borghesi e della nascente società dei consumi italiana, come anche nei confronti del Sessantotto e dei suoi protagonisti. Il suo rapporto con la propria omosessualità è stato al centro del suo personaggio pubblico.

 

Autore

 

brossura
lIbro nuovo

Recensioni

Sabato, 28 Marzo 2015

tutti, ma proprio tutti dovrebbero leggere e rileggere questi scritti, drammaticamente troppo attuali

(R)