Una solitudine troppo rumorosa

10,00 €
8,50 €
You save:
1,50 €
In Stock
Un libro poetico e crudele sulla vita, che ha in sé molte vite, sbilenca e un po' folle, ora sotterranea ora aerea. Un romanzo autobiografico e allegorico dove riecheggiano le voci di Kafka e di Dostoevskij.
Autore
Bohumil Hrabal
 Torna a: Romanzi / Narrativa

Una solitudine troppo rumorosa

di Bohumil Hrabal

[Repubblica Ceca]

pag 122

 

A Praga, in un magazzino interrato, un uomo lavora da anni a una pressa meccanica trasformando carta da macero in parallelepipedi armoniosi e sigillati, morti e vivi a un tempo, perché in ciascuno di essi pulsa un libro che l'uomo vi ha imprigionato, aperto su una frase, un pensiero: sono frammenti di Erasmo e Lao-tze, di Hölderlin e Kant, del Talmud, di Nietzsche, di Goethe. Professionista della distruzione dei libri, l'uomo li crea incessantemente sotto forma diversa, e dal suo mondo infero promuove un suo speciale sistema di messaggi. 

La vita di Hanta, dotto della «non conoscenza», saggio «contro la sua volontà», è tutta in questo distillare scaglie di arte, di cultura e insieme di memoria: mira «non a salvare metaforicamente cultura e storia come a prima vista può sembrare, ma a salvare se stesso e noi. Anzi, io penso che l'unica cosa per la quale il verbo salvare sia opportuno, è la possibilità stessa di fare: arte, cultura e vita che sia». Così scrive Sergio Corduas nella nota che accompagna il volume e precede l'intervista in cui Hrabal espone alcune riflessioni sull'opera che ritiene essere la sua migliore.

brossura
lIbro nuovo

Recensioni

Domenica, 19 Aprile 2015

uno dei libri più belli che abbia mai letto,
poetico e indimenticabile

(R)