La riserva

10,00 €
9,50 €
You save:
0,50 €
In Stock
La Terra in un futuro in cui il potere è gestito da un’élite che risiede sulla Luna. La Terra, città tentacolare dove coabitano con difficoltà comunità religiose deviate. Che c’è di più facile che spingere le persone ad uccidersi a vicenda? Questo album parla della manipolazione del messaggio religioso che sfrutta l’odio per i propri fini.
Autore
Thomas Gunzig
 Torna a: Novel (graphic)

La riserva

Faustin Titi (disegni), Christophe N'galle Edimo (sceneggiatura), Thomas Gunzig (storia originale)

[Costa d'Avorio]

Formato: 32 pp., a colori, cm 21x28, brossura a filo refe

 

La Terra in un futuro in cui il potere è gestito da un’élite che risiede sulla Luna. La Terra, città tentacolare dove coabitano con difficoltà comunità religiose deviate. Che c’è di più facile che spingere le persone ad uccidersi a vicenda? Questo album parla della manipolazione del messaggio religioso che sfrutta l’odio per i propri fini.

Un album incisivo, per non dimenticare che il diritto di ciascuno ad un’esistenza degna passa attraverso la non-violenza e il dialogo.

 

Il fumettista:

Faustin Titi è nato nel 1971 in Costa d'Avorio. Dopo gli studi al centro artistico d'Abengourou, ha lavorato per diverse riviste e giornali ivoriani. Ha anche realizzato fumetti promozionali ed educativi per alcune imprese ivoriane. Nel 1990 ha vinto il Premio Calao, e nel 1999 il Premio del Festival Cocobulles per il fumetto Gris-gris d'amour, con una sceneggiatura di Christophe N'galle Edimo. Ha ottenuto il premio della giuria alla prima edizione del concorso panafricano Africa e Mediterraneo, nel 2002 a Bologna. Nel 2003, il suo fumetto Le flic de Gnasville ha vinto il Primo Premio dello stesso concorso panafricano.

 

Lo sceneggiatore:

Christophe N'galle Edimo è nato a Strasburgo, ma ha vissuto fino ai 24 anni in Camerun. È fondatore e presidente dell'associazione "Afrique dessinée", creata nel 2001. Con i disegni di Simon Pierre Mbumbo ha pubblicato Une enfance volée nell'album collettivo À l'ombre du baobab e Gris-gris d'amour con i disegni di Titi Faustin (per i quali ha vinto il Grand Prix de la ville al Festival Cocobulles di Grand Bassam nel 2001). Ha co-scritto la sceneggiatura di tre episodi del cartone animato Kabongo le griot, realizzata da Pictoons Studio a Dakar. Ha vinto recentemente il Premio FNAC in collaborazione con la disegnatrice Sandrine Martin, ed ha presentato un fumetto nella rivista italiana Linus, con la disegnatrice Fifi Mukuna.

 

Lo scrittore:

Thomas Gunzig vive a Bruxelles dove è nato nel 1970. Ha affermato il suo stile nell'arco di dieci anni di racconti dall'humour decisamente nero e tagliente. Nel 1994, vince il Premio dello Scrittore Studente della città di Bruxelles per la raccolta di racconti Situation instable penchant vers le mois d'aout (J. Grancher). Seguono altre raccolte, tra le quali Il y avait quelque chose dans le noir qu'on avait pas vu (Julliard). Molto rapidamente, si cimenta con altri generi letterari. Deutsch e Etienne Reunis, nella raccolta Le dernier qui sort du siècle éteint les autoroutes et ferme la porte, oltre all'antologia Poète toi-meme (Le Castor Astral), e scrive una commedia musicale, Belle à mourir per il teatro Le Public di Bruxelles. Nel 2001, il suo primo romanzo, Mort d'un parfait bilangue (Le Diable Vauvert) ottiene il premio Rossel. Nel 2002, pubblica un romanzo per ragazzi, De la terrible et magnifique histoire des créatures les plus moches de l'Univers (Labor), seguito da una nuova raccolta di racconti, Le plus petit zoo du monde (Le Diable Vauvert, 2003). Nella collezione "Escales du Nord": À part moi, personne n'est mort.

brossura
lIbro nuovo

Recensioni

Sabato, 18 Aprile 2015

una originale storia fantastica e fantascientifica che tratta di religione e dei conflitti che possono collegarsi ad essa

notevole!

(R)