Gli strateghi del male

15,00 €
14,25 €
You save:
0,75 €
In Stock
Il furto di un'alzata in argento a casa di un onorevole, l'arresto di un camorrista latitante, la scomparsa di un informatico e un triplice omicidio di stampo mafioso. Qual è il filo rosso che unisce queste azioni criminali? E chi sono i colpevoli?
Autore
I.M.D.
 Torna a: Romanzi / Narrativa

Gli strateghi del male

di I.M.D. 

pagine 244

 

Il furto di un'alzata in argento a casa di un onorevole, l'arresto di un camorrista latitante, la scomparsa di un informatico e un triplice omicidio di stampo mafioso.

Qual è il filo rosso che unisce queste azioni criminali? E chi sono i colpevoli?

A cercare le risposte è il commissario Castrogiovanni che, tra Campania e Sicilia, scoprirà cosa si cela dietro le apparenze. Ironico e impaziente, Mario Castrogiovanni - con l'aiuto di colleghi e amici, e dopo decine di caffè - ricostruirà una vicenda che a cascata coinvolgerà personaggi illustri, mercenari e mafiosi. Ma alla fine, la verità porterà alla giustizia?

 

Autore

I.M.D. nato a Palermo, è sovrintendente della polizia di Stato, fa parte dei quadri direttivi del S.I.A.P. e lavora alla sezione Catturandi della Squadra mobile di Palermo. La sua esperienza sul campo lo ha portato a partecipare agli arresti di latitanti del calibro di Giovanni Brusca, Pietro Aglieri, Carlo Greco, Vito Vitale e Salvatore e Sandro Lo Piccolo. Ha inoltre partecipato alle più importanti indagini antimafia, come quella che ha portato alla cattura del boss Bernardo Provenzano. Alcune vicende della sua vita si sono trasformate in libri, e con Dario Flaccovio ha pubblicato i romanzi Catturandi (2009), 100% sbirro (2010), scritto con Raffaella Catalano e vincitore nel 2012 del Premio Ninni Cassarà del Comune di Carini, e Dragoni e lupare (2011). Nel 2010, a Roma, gli è stato assegnato il Premio Nazionale Paolo Borsellino per l’impegno profuso in difesa e per la promozione dei valori della libertà, della democrazia e della legalità.

brossura
lIbro nuovo

Recensioni

Domenica, 22 Maggio 2016

un bel romanzo , che piacere

(R)