L'eroica

18,00 €
17,10 €
You save:
0,90 €
In Stock
Un nuovo ciclismo etico, figlio ideale della grande lezione sportiva e morale di Gino Bartali, è la vera novità degli ultimi anni. Correre su strade bianche nel cuore dell'Italia - una Toscana splendida che è patria del ciclismo nel mondo - su biciclette precedenti agli anni Ottanta e prive di ogni eccesso tecnologico. Correre innanzitutto per riscoprire la dura scuola e la magia del ciclismo vero, a base di natura, fatica, passione agonistica. Questo è l'Eroica, corsa cicloturistica che è divenuta un riferimento internazionale per gli appassionati.
Autore
Giancarlo Brocci
 Torna a: Sport & Motori

L'eroica

- Storie, imprese e sogni sulle strade bianche

di Giancarlo Brocci

Copertina: Brossura con bandelle

Dimensione: 19.3x19.3cm

(fotografico)

pag 192

 

Un nuovo ciclismo etico, figlio ideale della grande lezione sportiva e morale di Gino Bartali, è la vera novità degli ultimi anni. Correre su strade bianche nel cuore dell'Italia - una Toscana splendida che è patria del ciclismo nel mondo - su biciclette precedenti agli anni Ottanta e prive di ogni eccesso tecnologico. Correre innanzitutto per riscoprire la dura scuola e la magia del ciclismo vero, a base di natura, fatica, passione agonistica. Questo è l'Eroica, corsa cicloturistica che è divenuta un riferimento internazionale per gli appassionati.

Oggi conta 5.000 iscritti (si è dovuto imporre il numero chiuso) da tutto il mondo; il percorso, da tempo stabilizzato per le distanze su 38, 75, 135 e 205 km, parte e arriva a Gaiole in Chianti. E lo ripercorreremo a fianco dell'autore per scoprirne i segreti. Vecchi e giovani, di diverso livello a seconda delle categorie, raccolgono la sfida ogni anno, ai primi di ottobre. Passione, impegno e un po' di folclore si colgono anche fra le righe di alcune interviste che l'autore ha raccolto da volti noti e meno noti fra i partecipanti.

Evento amatoriale sul quale convergono fedelmente anche i grandi campioni di ieri, l'Eroica è ora un marchio di successo: del 2013 è la prima edizione in Giappone, nata d'intesa con la capostipite italiana, cui seguirà l'Eroica Britannia. A distanza di dieci anni (2007) dalla prima edizione, Brocci ha lanciato l'idea dell'Eroica professionisti, poi ribattezzata Strade Bianche, sempre disputata ad alto livello: appuntamento prestigioso e in piena sintonia con quella necessità di rinnovamento che sembra indispensabile a salvare il ciclismo agonistico.

E infine il GiroBio, erede del Giro d'Italia Dilettanti: per un triennio e fino a ieri, ha portato sulle strade della penisola la grande carovana adottando rigide norme comportamentali in chiave di massima trasparenza (tanto da gestire, in autonomia dalle singole squadre, sistemazione e assistenza medica di tutti gli atleti). Al termine del volume, una piccola selezione di percorsi su strade bianche, in altre zone d'Italia: un invito ad accostarsi a questa nuova dimensione sportiva e turistica.

 

brossura
lIbro nuovo

Recensioni

Domenica, 05 Giugno 2016

la storica competizione su terra battuta

(R)