StupidoRisiko (età 9)

16,90 €
16,06 €
You save:
0,84 €
In Stock
"Mi chiamo Mario, anzi SuperSoldatoMario. Mi sono arruolato perché pensavo che fare il soldato fosse un buon lavoro per costruirmi un futuro solido, per avere un'indipendenza economica, per girare il mondo, per difendere la Patria! Sono diventato un soldato e ho fatto la guerra. Necessaria? Giusta? Umanitaria? Io sono solo un soldato, non sono uno stratega, né un politico, ma ho visto che la guerra uccide. E che si può evitare".
Autore
Patrizia Pasqui, Paolo Rui
 Torna a: I libri di OLIVIA [bambini 0-11]

StupidoRisiko

- Una geografia di guerra

di Patrizia Pasqui, Paolo Rui 

(età di lettura: da 9 anni)

pag 44

 

In collaborazione con Emergency, le roytalties aiuteranno a offrir cure ai pazienti del Centro chirurgico di Lashkar-gah in Afghanistan.

 

"Mi chiamo Mario, anzi SuperSoldatoMario. Mi sono arruolato perché pensavo che fare il soldato fosse un buon lavoro per costruirmi un futuro solido, per avere un'indipendenza economica, per girare il mondo, per difendere la Patria! Sono diventato un soldato e ho fatto la guerra. Necessaria? Giusta? Umanitaria? Io sono solo un soldato, non sono uno stratega, né un politico, ma ho visto che la guerra uccide. E che si può evitare".

Una critica ragionata e ironica della guerra e delle sue conseguenze. Episodi storici, tutti storicamente documentati, si intrecciano con la storia di un soldato che piano piano si rende conto sulla sua pelle della stupidità della guerra.

 

Dalla collaborazione tra Emergency e Carthusia nasce il libro Stupidorisiko, ispirato dall'omonimo spettacolo teatrale prodotto da Emergency e rappresentato dall'attore Mario Spallino in tutta Italia, in piazze, scuole, teatri.

Il testo di Patrizia Pasqui, già autrice dello spettacolo, racconta la storia del soldato Mario. Una storia che si legge tutto d'un fiato e fa riflettere i lettori sui temi della guerra - grazie a una panoramica che va dalla Grande Guerra e alle guerre in corso oggi -, dei diritti umani e della solidarietà. Il testo è accompagnato da quattro grandi illustrazioni realizzate da Paolo Rui. 

Il volume è arricchito da fotografie d'epoca e box informativi di contenuto storico e ha avuto la supervisione del Museo Storico Italiano della Guerra di Rovereto.

Il libro intende promuovere un messaggio chiave: la conoscenza della Storia e delle storie di chi è vissuto o vive in situazioni di guerra sono il punto da cui partire alla conquista della pace, perché questi drammi non debbano più accadere.

 

brossura
lIbro nuovo

Recensioni

Giovedì, 26 Marzo 2015

la guerra è una cosa stupida,
non lo si ripeterà mai abbastanza

(R)